Il sistema svizzero dei tre pilastri

Il sistema svizzero dei tre pilastri

Scoprite in questa guida il sistema pensionistico svizzero e il suo modello a tre pilastri che comprende i contributi ai fondi pensione privati e professionali.

In sintesi

Il sistema pensionistico svizzero è composto da tre pilastri. Ognuno di essi contribuisce a fornire il minimo vitale alla persona assicurata per il suo pensionamento.

PilastroNomeAffiliazione
1° pilastroAVSObbligatorio per qualsiasi persona in età lavorativa
2° pilastroLPPObbligatorio per qualsiasi persona con un'attività lucrativa
3° pilastroPensioni privateOpzionale

Se siete lavoratori transfrontalieri in Svizzera, siete soggetti al sistema pensionistico svizzero. Questa guida vi aiuterà a capire meglio questo sistema e il suo impatto sulla vostra pensione.

Il sistema pensionistico svizzero è costruito su tre pilastri:

  1. Il primo pilastro è una tutela statale, ogni persona con più di 20 anni deve contribuirvi. Si prega di notare che il controllo di questo contributo non è sistematico, alcune persone possono iniziare a contribuire più tardi. Di conseguenza, potrebbero non ricevere una pensione integrale quando raggiungono l'età pensionabile.
  2. Il secondo pilastro è una protezione professionale, e ogni persona che ha un'attività lucrativa è obbligata a contribuirvi.
  3. Il terzo pilastro è una prestazione individuale e facoltativa. Non è obbligatorio avere un terzo pilastro, sta ad ogni persona decidere se crearne uno o no. Il terzo pilastro fornisce una copertura extra e alcuni benefici fiscali.
Il sistema svizzero dei tre pilastri

Il 1° pilastro: Garantire il livello minimo di sussistenza

Dedotto direttamente dal salario e pagato dal datore di lavoro e dal dipendente in parti uguali, il primo pilastro è obbligatorio per tutti coloro che vivono e/o lavorano in Svizzera.

La nostra guida al 1° pilastro

Questo contributo è composto dall'AVS - Assicurazione per la Vecchiaia e i Superstiti che copre sia il decesso che la pensione, e dall'AI - Assicurazione di Invalidità che, come indica il nome, copre l'invalidità parziale o totale.

L'obiettivo del primo pilastro è quello di garantire il livello minimo di sussistenza di coloro che hanno versato contributi quando raggiungono l'età pensionabile. Una persona che ha contribuito fino all'età pensionabile, cioè per 43 anni per le donne e 44 anni per gli uomini dall'età di 20 anni, ha diritto a una pensione completa.

Tuttavia, non c'è un importo fisso e questa pensione varia a seconda del reddito medio che la persona ha ricevuto durante la sua attività.

Come lavoratore transfrontaliero, la vostra pensione dipende dagli anni di contributi conteggiati e dal reddito medio annuo pertinente. Quest'ultimo può essere un minimo di CHF 1,175 e un massimo di CHF 2,390 al mese.

Da notare che esiste un massimale per le coppie sposate che non possono ricevere più di CHF 3,585. Infatti, una coppia di pensionati può ricevere al massimo il 150% di una pensione.

Si prega di notare che, in alcuni casi, questa pensione non è purtroppo sufficiente a coprire il minimo vitale di un individuo o di una coppia. In questo caso, se la pensione AVS non copre il minimo vitale, la persona può chiedere di ricevere le Prestazioni Complementari (EL/PC). Questa pensione da sola rimane attualmente insufficiente per mantenere un livello di vita decente. Per questo motivo è stata creata la previdenza professionale obbligatoria - il 2° pilastro - per coprire questa carenza.

Il 2° pilastro: Mantenere il precedente tenore di vita

Dedotto direttamente dal salario del dipendente, il secondo pilastro è stato introdotto per permettere ad ogni individuo di rimanere il più vicino possibile al suo precedente tenore di vita.

La nostra guida al 2° pilastro

Qualsiasi persona con un'attività retribuita è obbligatoriamente associata ad esso. Questo contributo comprende le prestazioni LPP e UV.

La prestazione LPP copre il pensionamento, l'invalidità e il decesso. In teoria, copre gli infortuni e le malattie, ma in pratica nel 99% dei casi copre solo la malattia. La prestazione AINF, invece, copre l'invalidità e la morte accidentale.

Tasso di contribuzione LPP

Il contributo per questo secondo pilastro varia a seconda dell'età:

EtàTasso di contribuzione LPP
25-347%
35-4410%
45-5415%
55-6518%

Affiliazione al 2° pilastro

  • LPP: chiunque abbia un reddito superiore a CHF 21,510 all'anno (scala 2021) è affiliato alla LPP. Se questa soglia viene raggiunta a partire dai 17 anni, l'interessato inizia già a contribuire e può essere coperto per i rischi d'invalidità e di morte. A partire dai 25 anni, una parte del denaro accumulato è riservata all'età pensionabile in aggiunta al primo pilastro.
  • AINF: questa prestazione copre i casi di incidenti che possono portare all'invalidità o alla morte. Se una persona lavora meno di 8 ore alla settimana, solo gli incidenti professionali saranno coperti, quindi assicuratevi in questo caso che la vostra assicurazione sanitaria copra anche gli incidenti. Se una persona lavora più di 8 ore alla settimana, gli infortuni professionali e non professionali sono coperti dall'assicurazione.

In media, considerando insieme il primo e il secondo pilastro, ogni individuo riceve generalmente tra il 60 e il 65% del suo ultimo stipendio. Tuttavia, per avere mezzi sufficienti in pensione per dedicarsi ai propri interessi, si può ricorrere a un fondo di previdenza facoltativo: il terzo pilastro.

Il 3° pilastro: Integrazione alla pensione

Per mantenere davvero il vostro precedente tenore di vita e le vostre esigenze private, dovete pensare a una riserva supplementare che vi permetta di finanziare completamente il vostro tempo libero.

Per fare questo, ogni individuo è libero di sottoscrivere un 3° pilastro. Per i lavoratori transfrontalieri, il 3° pilastro è simile a un PERP (piano nazionale di risparmio pensionistico). Questo ha diversi vantaggi. Il più noto è il vantaggio fiscale, in quanto è deducibile fino a un massimo di CHF 6,785 all'anno per ogni lavoratore dipendente (per i dipendenti affiliati al 2° pilastro LPP).

Inoltre, è possibile sottoscriverlo presso una banca o una compagnia di assicurazioni. In una banca, avrà semplicemente la forma di un conto di risparmio deducibile dalle tasse. Con una compagnia di assicurazioni, avrete la possibilità di aggiungere prestazioni di rischio: invalidità e morte. Da notare che nel 3° pilastro "assicurazione", è possibile fare un 3° pilastro B che può anche fornire benefici fiscali.

Attenzione però, a seconda della vostra situazione (frontalieri o residenti in Svizzera), potrebbe non essere possibile per voi usufruire di un 3° pilastro. Chiedete maggiori informazioni alla vostra banca o alla vostra assicurazione.

Ricevi la nostra prossima guida via e-mail

Non perdere il nostro prossimo articolo su come vivere e lavorare in Svizzera e riceverlo direttamente nella vostra e-mail!

Iscriviti

Avete una domanda?

Le nostre FAQ raccolgono le domande più frequenti poste dai nostri utenti. La vostra domanda ha probabilmente una risposta!

Andate alle FAQ

Se non trovate la risposta che cercate, il nostro team vi aiuterà via e-mail, al telefono (dal lunedì al venerdì, dalle 09h00 alle 18h00), su Facebook o Twitter.

Torna al blog